Casa intelligente | Da quali prodotti smart iniziare?

Quello della smart home, o casa intelligente, è un mercato che evolve a ritmo incalzante, scandito da continui lanci di nuovi prodotti ed innovazioni tecnologiche. Nel nostro territorio, ci troviamo di fronte a un panorama ancora poco maturo e incerto, almeno rispetto ad altri paesi come Stati Uniti e Regno Unito. Tuttavia, molti italiani si stanno avvicinando a questo mondo, attirati dalla comodità, dal risparmio e dalla soddisfazione personale dell’automatizzare e rendere intelligente la propria abitazione. Se però da una parte molti “pionieri” della tecnologia posseggono un prodotto connesso, la stragrande maggioranza degli utenti non ha ancora acquistato un dispositivo smart, che sia per scetticismo, paura per la propria privacy o semplicemente scarsa conoscenza in materia.

Chi si volesse avvicinare all’universo della domotica e della casa intelligente potrebbe però trovarsi un po’ spaesato. Il mercato, anche se in sviluppo, offre una moltitudine di brand, prodotti e possibilità che potrebbero scoraggiare il neofita del settore che non sa da dove iniziare. Se sei fra questi, l’articolo che segue fa decisamente al caso tuo e proverà a rispondere alla difficile domanda “Quale prodotto smart dovrei comprare per primo“? Vediamo da dove iniziare.

Casa intelligente: una casa con uno scopo

Chiediti: cosa voglio dalla mia casa intelligente? Le opzioni sono svariate. Vuoi avere sempre il controllo di ciò che succede in casa? Ti consigliamo di muoverti su una telecamera IP WiFi, controllabile da remoto tramite smartphone. Hai bisogno di rendere più facile la tua vita di tutti i giorni? Una lampadina smart o un termostato WiFi potrebbero essere le scelte più adatte per te. O ancora, sei bravo a mettere mano a circuiti ed impianti elettrici? L’interruttore Sonoff è sicuramente il must-have per quanto riguarda la domotica fai da te.

Per avere chiaro ciò di cui hai realmente bisogno, pensa alle azioni che compi quotidianamente quando sei a casa. Per farti un esempio, vaghi in pigiama di stanza in stanza prima di andare a letto per assicurarti che tutte le luci siano spente? Un sistema di illuminazione WiFi controllabile vocalmente ti consentirebbe si spegnere tutte le luci con un solo comando vocale. Oppure, hai poco tempo e desideri un aiuto in casa? Un robot aspirapolvere o lavapavimenti è un investimento da considerare seriamente.

Voglio versatilità

Se non ti viene in mente niente di specifico, ma sei incuriosito da ciò che può offrirti una casa intelligente, ti consigliamo di considerare dei dispositivi multifunzionali che fanno della flessibilità il punto di forza.  Per esempio, uno smart speaker come Google Home o Amazon Echo (presto in arrivo in Italia) è un ottimo modo per controllare la casa tramite l’intelligenza artificiale. Gli assistenti vocali come Google Assistant o Amazon Alexa, integrati in questi smart speaker, sono infatti dei validi aiutanti e fidati compagni, che si tratti di controllare le luci o semplicemente ascoltare musica.

Alternative a Philips Hue

Sicuramente, un consiglio che ci sentiamo di darti è: inizia con dispositivi semplici e dai prezzi moderati. Solo in questo modo potrai abituarti ad una casa intelligente e capire davvero di cosa avrai bisogno in futuro. Per esempio, l’acquisto di un interruttore come Sonoff, di una presa intelligente o del telecomando universale Broadlink possono essere una buona mossa per entrare nel mondo della domotica. Avrai la possibilità di controllare a distanza, con smartphone o voce, una serie di dispositivi e prodotti altrimenti non connessi. Un piccolo stratagemma quindi per rendere intelligenti i tuoi dispositivi elettrici, senza cambiarli e spendere una fortuna.

Che prodotti e servizi utilizzo?

Un altro aspetto da tenere in considerazione è sicuramente il sistema operativo, i servizi e i prodotti che si utilizzano più di frequente. La maggior parte dei prodotti per la smart home è stata infatti progettata per interagire all’interno un sistema di dispositivi connessi fra loro. Gli ecosistemi più popolari sono sicuramente quelli che ruotano attorno ad assistenti vocali come Amazon Alexa, Google Assistant o Siri. In caso invece tu voglia unire dispositivi di diversi brand per farli interagire fra loro, potrai scaricare l’app IFTTT.

Alexa? Google Home? HomeKit?

Fatto chiaro il punto precedente, c’è da tenere in conto che la maggior parte dei dispositivi smart in commercio è comunque integrabile con un numero diverso di piattaforme. Questo significa che non dovrai legarti subito ad una, ma potrai sperimentare più opzioni prima di trovare quella che più si avvicina a ciò che stai cercando. E c’è di più. Con il recente lancio dell’integrazione di Alexa con Cortana, un crescente numero di dispositivi supporterà piattaforme multiple.

Fai i compiti

Ora non ti resta che valutare quali sono realmente le tue esigenze. Chiediti cosa vuoi davvero da una casa intelligente e perché vuoi investire in prodotti per la smart home. Porti queste domande ti sarà davvero utile per capire qual è il prodotto che più fa per te ed entrare in un mondo in continua evoluzione.

Hai domande o vuoi rimanere aggiornato sul mondo della domotica? Iscriviti al nostro gruppo Facebook “Domotica & Smart Home Italia

DICCI COSA NE PENSI

      Lascia un commento

      Compara articoli
      • Total (0)
      Compare
      0