Differenze Amazon Echo Dot Google Home Mini | Qual è il migliore?

[Aggiornato Novembre 2018] In questo articolo analizzeremo le differenze Amazon Echo Dot Google Home Mini, per definire quale sia il migliore tra questi smart speaker. O meglio, definire quali tra i due sia più adatto alle tue esigenze e ai tuoi utilizzi. Se stai leggendo questo articolo, probabilmente stai pensando di acquistare uno smart speaker, ma a costi contenuti. Le scelte low-cost di questo nuovissimo, ma promettente, mercato sono al momento limitate.

Da un lato c’è Google. Entrato nel territorio italiano lo scorso marzo, Big G propone, oltre a Google Home, una sua versione ridotta, ma intelligente allo stesso modo. Google Home Mini. Dall’altra parte c’è Amazon. Scendendo in campo con la grande esperienza maturata negli USA, promette di dar del filo da torcere a Google con il suo Amazon Echo (Alexa). E la sua versione mini, ovviamente. Amazon Echo Dot (terza generazione).

Avevamo già parlato in un articolo delle differenze Amazon Echo Google Home, concentrandoci in particolare sulle differenze tra Alexa e Google Assistant* (che riporteremo anche qui brevemente) e sulle due versioni standard (Amazon Echo seconda generazione vs Google Home). Ora vediamo nel dettaglio questi due fratelli minori.

 

Cos’è uno smart speaker? E qual è la differenza tra smart speaker e assistente vocale?

Gli smart speaker sono presenti nel mercato globale ormai da un po’. Da quando Amazon lanciò il suo primo Echo (1° generazione) nel novembre 2014. Da allora, il mercato si è molto evoluto fino a contare, negli USA, decine di player. Rivale assoluto di Amazon è senza dubbio Google, che dopo due anni di attento studio, ha rilasciato il suo Google Home. Si tratta di un gadget rivoluzionario e nuovissimo per il territorio italiano. Lo smart speaker è essenzialmente un altoparlante definito intelligente perché dotato di intelligenza artificiale. Questa intelligenza artificiale è ciò che chiamiamo assistente vocale (Alexa per Amazon, Google Assistant per Google), grazie al quale possiamo “conversare” con lo speaker, richiedendo informazioni, fissando appuntamenti o promemoria e controllando dispositivi di terze parti compatibili e associati. Potrai quindi impartire dei veri e propri comandi vocali, senza l’uso delle mani e il contatto fisico.

Per approfondire singolarmente i due prodotti, consulta anche i seguenti articoli:

Cos’è Alexa | Come funziona e a cosa serve la voce di Amazon Echo | Recensione Amazon Echo Dot

Cos’è Google Home | Come funziona e perché acquistarloRecensione Google Home Mini

Ritorna al menu ↑

Differenze Amazon Echo Dot Google Home Mini

Ritorna al menu ↑

Alexa vs Google Assistant

La differenza più importante tra Amazon Echo Dot e Google Home Mini è, ovviamente, l’assistente vocale a cui si appoggiano. Da un lato c’è Alexa, con una voce naturale, una grande esperienza nel settore e un ventaglio di partnership ampissimo, almeno in un’ottica di lungo termine. Dall’altro lato c’è Google Assistant, un amico dalla voce artificiale ma che riesce spesso a comprenderci meglio e a risponderci meglio (fonti e background ovviamente più vasti) e a portare avanti una conversazione naturale.

Google Assistant sembra vincere in termini di intelligenza e di assistenza vocale complessiva. Alexa si riprende il podio quando si parla di collaborazioni, compatibilità e, quindi, smart home e casa intelligente. 

Per una comparazione più approfondita leggi il paragrafo dedicato nell’articolo sopracitato: Differenze Alexa Google Assistant

Ritorna al menu ↑

Quali sono le differenze tra Amazon Echo vs Echo Dot e Google Home vs Google Home Mini?

Dato che sembra esserci ancora confusione, è necessario ribadire un concetto. A livello di assistenza vocale, potrai fare con Google Home Mini e Amazon Echo Dot esattamente le stesse cose che puoi fare con Google Home e Amazon Echo. Questo perché i software integrati sono esattamente gli stessi (Google Assistant & Alexa). Le differenze con i fratelli maggiori saranno quindi a livello estetico, di dimensioni e di specifiche tecniche.

Ritorna al menu ↑

Prezzo Amazon Echo Dot vs Google Home Mini

Per le versioni standard Amazon Echo e Google Home, le differenze di prezzo sembrerebbero essere sostanziali e l’ago della bilancia tenderebbe verso Amazon indiscutibilmente (probabilmente 99.99€ vs. 149€). Tuttavia, le differenze Amazon Echo Dot Google Home Mini, in questo caso sembrerebbero attutirsi, con un prezzo di listino identico (59,99€ di Echo Dot vs 59€ di Google Home Mini). Il prezzo non dovrebbe dunque essere un fattore rilevante nella comparazione. Tuttavia, Echo Dot è stato lanciato a un prezzo promozionale di 35,99€.

Ritorna al menu ↑

Specifiche a confronto

Compariamo qui sotto alcuni tratti dei due mini-speaker.

 Google Home MiniAmazon Echo Dot
ColoriGrigio chiaro, Grigio antracite, CoralloAntracite, Grigio chiario, Grigio Mélange
Dimensioni98 x 42 mm43 x 99 x 99 mm
Peso173 g300 g
Formati audioHE-AAC, LC-AAC, MP3, Vorbis, WAV (LPCM), Opus, FLAC con supporto degli stream ad alta risoluzione (24-bit/96 KHz)AAC/MP4, MP3, HLS, PLS and M3U
Connettività Wi-Fi 802.11b/g/n/ac (2.4 and 5 GHz), Supporto di Bluetooth 4.1 (input), Chromecast & Chromecast Audio integratiWi-Fi 802.11 a/b/g/n (2.4 and 5 GHz), Bluetooth Advanced Audio Distribution Profile (A2DP) A/V Remote Control Profile (AVRCP)
Assistente VocaleGoogle AssistantAmazon Alexa
Display4 Luci LEDLuce LED circolare
SpeakerAudio a 360° con driver da 40 mmAltoparlante integrato da 41 mm
Microfoni2 microfoni con riconoscimento vocale a lungo raggio supportato7 microfoni con riconoscimento vocale a lungo raggio supportato
PorteMicro USBMicro USB, uscita audio Aux 3.5 mm
Ritorna al menu ↑

Differenze Amazon Echo Dot Google Home Mini: Qualità audio

Entrambi sono smart speaker con poche pretese, soprattutto in termini di qualità audio, ma mentre Google Home Mini sembra proporsi come speaker da utilizzare singolarmente, Amazon Echo Dot manda chiari segnali sul fatto che sia necessario integrare questo con un altro speaker complementare. Quest’ultimo, infatti, presenta, accanto all’uscita audio da 3,5mm (che già indica la necessità di essere affiancato da un altro speaker). Google Home Mini non presenta uscite audio, anche se supporta il Bluetooth, e ha Chromecast e Chromecast Audio integrati. Si pone, quindi, come uno smart speaker che può anche essere utilizzato senza estensioni.

In termini di attrezzatura audio, con la terza generazione, Echo Dot si prende una rivincita. Infatti, Echo Dot presenta un altoparlante integrato da 41mm, così come Google Home Mini presenta un driver da 41mm. La qualità sonora, dunque risulta simile. Anche se, rispetto a Google Home Mini, Echo Dot risulta più stabile sugli acuti, un po’ più potente sui bassi e meno propenso alle distorsione a volumi elevati.

Connettività e formati supportati

Per quanto riguarda la connettività, Google Home Mini sembra avere un supporto più veloce con WiFi 802.11ac contro l’802.11n di Amazon Echo Dot. Tuttavia, questa è una delle differenze Amazon Echo Dot Google Home Mini che pesano meno. Infatti, la connessione 802.11n è più che sufficiente per streaming di musica di ottimo livello. Interessante è notare invece che i formati audio supportati sembrano essere di più per Google Home Mini (sembra che Amazon risulti più riluttante nel fornire più informazioni su altri formati come Vorbis o FLAC).

Qual è il migliore tra Amazon Echo Dot e Google Home Mini dal punto di vista audio, quindi? L’esperienza di ascolto di Amazon Echo Dot risulta più convincente. Tuttavia, come per le versioni standard, si deve tener in conto che se si è in cerca di esperienze audio di un certo livello, non si potrà di certo trovarle in questi piccoli altoparlanti, non con una spesa di circa 60€! Il nostro consiglio per gli amanti della musica e del volume alto è quindi quello di collegare questi dispositivi a speaker più potenti quali Sonos o Bose, oppure acquistare un pacchetto di due Amazon Echo Plus e un Amazon Echo Sub.

E le capacità uditive?

Come per le versioni standard, un discorso a parte viene fatto per la capacità uditiva: con i suoi 7 microfoni, Amazon sarà in grado di ascoltarci (ma non sempre comprenderci) meglio di Google, che presenta solo 2 microfoni.

Ritorna al menu ↑

Differenze Amazon Echo Dot Google Home Mini: Design

Tra le differenze Amazon Echo Dot Google Home Mini più evidenti c’è ovviamente l’aspetto estetico. Non c’è ovviamente un vincitore oggettivo. De gustibus… Le dimensioni sono pressoché simili anche se Echo Dot pesa leggermente un po’ di più. La scelta dei produttori, però, differisce molto. Da un lato abbiamo Amazon Echo Dot che sembra un Amazon Echo “tagliato”, dalla forma più compatta rispetto al rotondo Google Home Mini. Disponibile nei colori antracite, grigio chiaro e grigio mélange è, forse, un po’ più vistoso del rivale Google, considerando anche i tasti nella parte superiore.

amazon echo dot recensione

Amazon Echo Dot

Dall’altro lato, abbiamo Google Home Mini con un design un po’ più minimal e tondo. Pensato per differenziarsi dagli altri dispositivi tech presenti in casa, proprio come il suo fratello maggiore, assomiglia a un piccolo diffusore di aromi. Disponibile in tre colori (grigio chiaro, grigio antracite e corallo) si presenta come un dispositivo che “non vuole essere toccato”, quasi a vantare il suo essere controllabile tramite la voce. Questa scelta è infatti evidenziata dai tasti per regolare il volume nascosti rispetto ad Amazon Echo Dot. Spezziamo però una lancia a favore di quest’ultimo, dato che la luce LED, che ci indica l’attività dello speaker (es: ci sta ascoltando, ci sta rispondendo e così via), è molto più visibile e quindi più intuitiva.

google home mini

Google Home Mini

Ritorna al menu ↑

Amazon Echo Dot o Google Home Mini? Qual è il migliore per te?

Adesso che hai le idee più chiare sulle differenze Amazon Echo Dot Google Home Mini,  qual è il migliore tra i due mini smart speaker? Oggettivamente, non possiamo stabilire il migliore. Questo, infatti, cambia in base alle esigenze e agli utilizzi degli utenti. Innanzitutto, dovrai capire quali aspetti sono fondamentali per te e in quale ecosistema sei integrato di più (e quindi che tipo di prodotti utilizzi di più e vuoi associare allo smart speaker). Essendo il prezzo dei due molto simile, dovrai poi fare una scelta considerando il design e la qualità audio.

Ritorna al menu ↑

Quali sono le tue priorità?

Se vuoi utilizzare lo smart speaker per ascoltare principalmente musica, tieni conto che la loro peculiarità è il loro essere smart, non un impianto HiFi. Quindi considera di affiancare questi altoparlanti intelligenti con speaker più potenti. Amazon Echo Dot sembra offrire comunque un suono migliore.

Vuoi utilizzare lo smart speaker per richiedere informazioni e sfruttare al massimo le funzionalità quotidiane dell’assistenza vocale (situazione traffico, ecc.) e sei integrato con l’ecosistema Google (per esempio utilizzi Chromecast)? Google Home Mini potrebbe essere il tuo prediletto.

Vuoi utilizzare lo smart speaker per controllare vari aspetti della tua casa connessa e usufruire di vaste funzionalità e sei un fan dei prodotti Amazon e cliente del colosso di Seattle? Allora, forse, nel lungo termine, l’opzione migliore è l’Amazon Echo Dot.

Considerando che siamo solo all’inizio e che gli assistenti vocali si aggiornano in continuazione, ne vedremo delle belle.

Amazon Echo Dot 3 generazione

Acquista su Amazon

 

google home mini uno dei migliori smart speaker di fascia bassa

Google Home Mini

Scopri il prezzo su Euronics

Scopri il prezzo su Monclick

 

DICCI COSA NE PENSI

      Lascia un commento

      Compara articoli
      • Total (0)
      Compare
      0