Integrazione Alexa Cortana | La partnership fra Amazon e Microsof è finalmente realtà

Integrazione Alexa Cortana: il mondo della smart home apre le porte ad una collaborazione fra i due giganti tech. I due software (come sappiamo rispettivamente di Amazon e Windows), sono da qualche giorno ufficialmente integrabili (per in ora solo in US). Sarà possibile installare Cortana sul proprio smart speaker Echo e, viceversa, chiedere a Cortana di utilizzare Alexa per il controllo dei dispositivi Windows 10. Questo lancio è infatti solo il primo di una lunga serie: l’integrazione fra assistenti vocali è uno dei trend da tenere d’occhio per il 2019 ed il 2020.

Integrazione Alexa Cortana: una collaborazione attesa a lungo

Annunciata per la prima volta nell’Agosto 2017, l’integrazione Alexa Cortana ha finalmente visto la luce. L’idea alla base di questa nuova partnership è quella di sfruttare al massimo i punti di forza dei due assistenti vocali. Dunque l’accesso facilitato alle applicazioni Microsoft come Outlook di Cortana e le capacità di controllo della smart home di Alexa, insieme alla sua crescente batteria di skills. Secondo Microsoft, il livello di integrazione sarà elevato sin dai primi giorni e migliorerà costantemente nel tempo.

alexa cortana

Ovviamente, all’inizio sarà ancora necessario chiedere a uno dei due assistenti vocali di “attivare” l’altro, per accedere alla lista dei controlli. Per esempio, chiedendo “Alexa, apri Cortana”, entrambi gli assistenti saranno attivi e funzioneranno a prescindere dal device utilizzato. Gli utenti di Amazon Echo dovranno invece abilitare l’app Cortana nella lista delle skills di Alexa e loggarsi con il proprio account Microsoft. Alexa e Cortana sono sì diventati amici, ma sono presenti ancora alcune barriere che non permettono una fruizione fluida al 100%. Detto questo, al momento dell’annuncio della collaborazione, il CEO di Amazon Jeff Bezos affermò al New York Times che il futuro sarà caratterizzato da assistenti vocali che, in maniera automatica ed intelligente, inoltreranno il comando vocale all’assistente più adatto per la richiesta specifica, senza il bisogno di attivarne prima un altro.

E’ facile prevedere come, all’avverarsi di queste affermazioni, l’integrazione fra assistenti vocali rivali sarà uso sempre più comune. Tutti i grandi marchi, compresi Google, Samsung e Apple, hanno mostrato segnali che sembrano andare in questa direzione. L’integrazione Alexa Cortana è solo la prima di una lunga serie. Per esempio, che ne pensi di una collaborazione Apple Google con i rispettivi Siri e Assistant?

DICCI COSA NE PENSI

      Lascia un commento

      Compara articoli
      • Total (0)
      Compare
      0