Bonus videosorveglianza 2019: detrazioni fino al 50% | Cosa c’è da sapere

Introdotto con la Legge di Stabilità del 2016, il bonus videosorveglianza 2019 è stato confermato. Questo incentivo fiscale, finalizzato ad aumentare la protezione e la sicurezza dei cittadini, prevede detrazioni fiscali fino al 50%. Vediamo nel dettaglio cos’è e come accedervi.

Bonus videosorveglianza 2019: cos’è

Il bonus videosorveglianza è un incentivo fiscale, sotto forma di credito di imposta, per chi installa impianti di videosorveglianza e di allarme nella propria abitazione. Questo tipo di incentivo prevede detrazioni fiscali fino al 50% e rientra nel più ampio pacchetto di bonus per la casa. Nello specifico, rientra all’interno dei bonus ristrutturazioni.

Ovviamente, la finalità di questo tipo di agevolazione fiscale è quella di prevenire una serie di atti criminali, aumentando la protezione dei cittadini e delle loro abitazioni.

Come funziona il bonus videosorveglianza 2019

Come anticipato, il bonus videosorveglianza 2019 consiste in una detrazione fiscale, nello specifico IRPEF, massimo del 50%. Vediamo come funziona:

  • La detrazione IRPEF sarà disponibile fino al 31 Dicembre del 2019, ovviamente se questa non venga rinnovata anche per il prossimo anno.
  • La spesa sostenuta dovrà comparire nella dichiarazione dei redditi dell’anno successivo alla spesa. Per esempio, se la spesa è avvenuta nel 2018, dovrà comparire nella dichiarazione del 2019. In caso la spesa avvenga durante quest’anno, dovrà invece comparire nella dichiarazione 2020.
  • Il pagamento delle spese dovrà avvenire tramite bonifico parlante. Quest’ultimo dovrà essere effettuato dallo stesso richiedente della detrazione e dovrà contenere:
    1. Nome, cognome e CF del richiedente
    2. La causale completa e il riferimento normativo
    3. Tutti i dettagli e gli estremi della fattura
  • La detrazione IRPEF verrà divisa in 10 rate ed erogata nei 10 anni successivi sotto forma di credito di imposta.

Chi può richiedere il bonus videosorveglianza 2019?

La detrazione IRPEF relativa al bonus videosorveglianza potrà essere richiestada:

  • Proprietario dell’immobile
  • Chi esercita il diritto di godimento dello stesso
  • Familiare convivente (per esempio coniuge, parente fino al terzo grado, componenente unione civile)
  • Coniuge separato (ovviamente se assegnatario dell’immobile)
  • Convivente more uxorio
DICCI COSA NE PENSI

      Lascia un commento

      Compara articoli
      • Total (0)
      Compare
      0